Unione Sportiva Salernitana

US SALERNITANA

La Salernitana è stata fondata il 9 giugno 1919. Ha sempre giocato tra i professionisti tranne che nella stagione 2011-2012 perché costretta a ripartire dalla Serie D. Per la prima volta nella storia della società quest’anno gioca nella massima serie del calcio italiano per la terza stagione consecutiva.

Colori:

La Salernitana ha vestito per tante stagioni il bianco-celeste a righe verticali. Dal 1927 al 1929 invece la scelta cromatica delle divise è stata di color granata, scelta poi riconfermata dalla stagione del 1943 e rimasta tale fino a oggi ad eccezione di un anno, il 2011-2012, quando per ragioni legali il nuovo sodalizio fu costretto a scegliere un altro colore.

Simbolo:

L’ippocampo è il simbolo adottato dal 1949. Compare per la prima volta sulle magliette nel 1970 mentre prima era raffigurato solo sul gagliardetto della società. L’ippocampo è bagnato dalle onde del mare e sormontato da cinque bastioni rievocanti le fortificazioni normanne e longobarde. Sulla destra compare una stella a otto punte che ricorda il Follaro, l’antica moneta della Zecca di Salerno.

Stadio Arechi:

Il nome deriva dal prinicpe longobardo Arechi II che fece conoscere a Salerno un periodo storico di grande fioritura. La prima gara giocata all’Arechi fu in Serie B contro il Padova nel 1991. Il nome dello stadio fu assegnato però dopo 15 giornate di campionato.

 

Tutte le notizie su US Salernitana

Llapi-Wisla: polacchi a un passo dalla qualificazione

Il Kosovo spera di portare avanti in Europa League una rappresentante, il KF Llapi, che però deve recuperare le due reti di svantaggio subite in casa del Wisla Cracovia. Missione difficile ma non impossibile per una società che ha chiuso il bilancio in attivo di 650.000 euro. Lo  Stadiumi "Zahir Pajaziti", tana del Llapi sarà una vera bolgia, esaurito in ogni ordine di posto, 6000 tifosi che regaleranno i classici spettacoli pirotecnici in tribuna. Llapi: Anno di fondazione: 1932 2  coppe e 1 supercoppa kosovare Età media della rosa: 25.2 Giocatori in nazionale: 2 Allenatore: Tahir Batatina Ahmed Januzi è l'uomo da guardare da vicino Wisla Cracovia: Anno fondazione: 1906 13 campionati polacchi, 5 coppe e 1 supercoppa 3 coppe intertoto Allenatore: Kazimierz Moskal Angel Baena e Angel Rodado sono gli uomini in più Un solo precedente, quello dell'andata, vinto 2-0 dai polacchi. Pronostico Over 2,5 Gol Over cartellini gialli 5.5    

Leggi di più

Dinamo Batumi-Ludogorets: ci sarà la sorpresa?

Batumi Arena: la Champions League passa anche da qui. Nell'arena da 20000 posti della città georgiana, la squadra di casa affronta i campionissimi bulgari del Ludogorets nel match di andata del secondo turno di Uefa Champions League. La sfida sembra essere molto equilibrata con i biancoblu che cercheranno di sfruttare il turno casalingo in vista poi del ritorno nella tana della "Foresta Pazza". La Dinamo Batumi è anche l'ex squadra di Kvaratskhelia del Napoli. Dinamo Batumi: Anno fondazione: 1923 2 campionati, 1 coppa e due supercoppe georgiane Allenatore: Andrei Demchenko L'uomo del gol pesante: Paata Ghudushauri (6) Ultimo passaggio: Honore Gomis (4), Georgiy Tsitaishvili Valore Transfermarkt: 5,69 mln Turno casalingo che potrebbe finire con un risultato positivo Ludogorets Razgrad: Anno fondazione: 1945 13 volte consecutive campione di Bulgaria. 6 coppe e 3 supercoppe bulgare. Prima squadra bulgara e seconda al mondo nel vincere un treble: campionato (da neopromossa), coppa e supercoppa Allenatore: Georgi Dermendžiev Da tenere d'occhio: Nascimento e Tissera Valore Transfermarkt: 53,05 mln 11 giocatori della rosa militano anche in Nazionale Il Ludogorets ha affrontato per tre volte, vincendo sempre, una compagine georgiana: Torpedo Kutaisi (2) e proprio Dinamo Batumi (unico precedente tra le due squadre). Pronostico: Pareggio 2-2...

Leggi di più

FCSB-Virtus: di nuovo a senso unico?

La sfida tra FCSB e Virtus Acquaviva, già a senso unico all'andata con i rumeni in grado di abbattere i sammarinesi per 1-7, sarà comunque una festa per i tifosi di casa che andranno in massa (previsti oltre 10000 spettatori) a seguire le sorti dei campionissimi di Bucarest. L'Arena Națională conta oltre 55000 posti a sedere. FCSB Anno di fondazione: 1947 Squadra più titolata della Romania: 27 campionati, 23 coppe nazionali, 7 supercoppe Vincitrice Coppa dei Campioni 1985/1986 e Supercoppa Uefa 1986 Allenatore: Elias Charalambous La stella: Miculescu: 3 gare e 3 gol. Popa 2 gol e 2 assist Valore Transfermarkt: 31,75 mln Obiettivo: raggiungere il tabellone principale Virtus Acquaviva Anno di fondazione: 1964 Un campionato sammarinese vinto nel 2023/2024. Una Coppa Titano e due Supercoppe. Allenatore: Luigi Bizzotto Manuel Battistini, terzino destro, è l'unico ad aver segnato un gol in questa nuova stagione Valore Transfermarkt: 1,13 Pronostico: No Gol over 5.5 over cartellini gialli 4.5

Leggi di più

HJK-Panevezys: ricominciano le coppe

Nella suggestiva cornice della Bolt Arena, Helsinki, i 10770 tifosi della squadra di casa promettono scintille per la sfida di Uefa Champions League contro i modesti lituani del Panevezys. Calcio d'inizio ore 18:00. HJK Helsinki Anno di fondazione: 1907 33 titoli nazionali vinti (record) Unica squadra finlandese ad aver partecipato ai gironi di Uefa Champions League Allenatore: Toni Korkeakunnas Bomber: Topi Keskinen (7), Radulovic, Plange, Olusanya Uomo-Chiave: Lucas Lingnan (10 assist) Valore Tranfermarkt: 8,53 mln FK Panevėžys Anno di fondazione: 2015 1 titolo nazionale In rosa 5 giocatori della Nazionale lituana Allenatore: Stijn Vreven Bomber: Noel Mbo (4) Assistman: Palacios, Sarpong (3) Valore Tranfermarkt: 5,50 mln. Pronostico: HJK Helsinki vincente over 3.5 over corner 9.5  

Leggi di più

Spagna e Inghilterra: chi sarà Campione d’Europa?

Quando e dove vederla Atto finale di Euro 2024. Olympiastadion di Berlino, domenica 14 luglio alle 21:00: Spagna e Inghilterra. La gara sarà disponibile sui canali Sky in abbonamento e sulla Rai in chiaro. Spagna Nella fase di qualificazione agli Europei, è arrivata in cima al proprio girone vincendo 7 delle 8 partite disputate, segnando ben 25 reti e subendone solo 5. Ha vinto l’ultima edizione della Nations League, dopo aver primeggiato non senza fatica, il proprio girone davanti a Portogallo, Svizzera e Repubblica Ceca, con 3 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta e una differenza reti pari a 8:5. Per poi, alle Final Four, superare in semifinale l’Italia (2 a 1), e battere in finale proprio la Croazia ai calci di rigori, dopo i 120’ regolamentari terminati a reti inviolate. Deludente ai mondiali di Qatar, dove si è posizionata seconda nella fase a gironi dietro al Giappone e davanti a Germania e Costa Rica, collezionando una vittoria, un pareggio e una sconfitta, e realizzando 9 reti a fronte dei 3 subiti. In seguito è uscita agli ottavi di finale perdendo ai calci di rigore contro il Marocco, dopo aver pareggiato per 0-0. Nelle ultime 4 amichevoli disputate in avvicinamento...

Leggi di più