Unione Sportiva Salernitana

US SALERNITANA

La Salernitana è stata fondata il 9 giugno 1919. Ha sempre giocato tra i professionisti tranne che nella stagione 2011-2012 perché costretta a ripartire dalla Serie D. Per la prima volta nella storia della società quest’anno gioca nella massima serie del calcio italiano per la terza stagione consecutiva.

Colori:

La Salernitana ha vestito per tante stagioni il bianco-celeste a righe verticali. Dal 1927 al 1929 invece la scelta cromatica delle divise è stata di color granata, scelta poi riconfermata dalla stagione del 1943 e rimasta tale fino a oggi ad eccezione di un anno, il 2011-2012, quando per ragioni legali il nuovo sodalizio fu costretto a scegliere un altro colore.

Simbolo:

L’ippocampo è il simbolo adottato dal 1949. Compare per la prima volta sulle magliette nel 1970 mentre prima era raffigurato solo sul gagliardetto della società. L’ippocampo è bagnato dalle onde del mare e sormontato da cinque bastioni rievocanti le fortificazioni normanne e longobarde. Sulla destra compare una stella a otto punte che ricorda il Follaro, l’antica moneta della Zecca di Salerno.

Stadio Arechi:

Il nome deriva dal prinicpe longobardo Arechi II che fece conoscere a Salerno un periodo storico di grande fioritura. La prima gara giocata all’Arechi fu in Serie B contro il Padova nel 1991. Il nome dello stadio fu assegnato però dopo 15 giornate di campionato.

 

Tutte le notizie su US Salernitana

Bayern-Arsenal: regna l’equilibrio

Una stagione da buttare? Fuori dalla Coppa di Germania, campionato finito nelle mani del Leverkusen dopo 11 anni di assoluta egemonia. Tuchel ormai odiatissimo dalla tifoseria bavarese ma che andrà via solo a fine stagione, notizia resa nota a gennaio. Il Bayern che tutti davano ormai per morto e sepolto è resuscitato puntando tutto sulla Uefa Champions League e riuscendo a trovare il pareggio per 2-2 nella gara di Londra, giocando un gran calcio e recriminando per un rigore non concesso che sembrava nettissimo. L'Arsenal apparsa a un certo punto anche un po' spaventata dalla veemenza calcistica degli avversari e per lunghi tratti ha ceduto sul paino del gioco. La gara dell'andata è stata a dir poco spettacolare. Quella di ritorno si spera sarà di nuovo così. Le fatiche di coppa sono costate ai gunners anche il primo posto in Premier League in seguito alla sconfitta per 0-2 contro l'Aston Villa. Probabili formazioni Bayern Monaco: Neuer; Kimmich, Dier, De Ligt, Guerreiro; Laimer, Goretzka; Muller, Musiala, Sane; Kane Arsenal: Raya; White, Saliba, Gabriel, Tomiyasu; Odegaard, Jorginho, Rice; Saka, Havertz, Martinelli

Leggi di più

Klopp: la caduta inaspettata

Liverpool che non t'aspetti. La squadra schiacciasassi forgiata da Klopp, abile stratega della tattica calcistica, è stata soggiogata dalla lezione di calcio inattesa seppure strameritata dell'Atalanta che nel 0-3 di giovedì sera ha letteralmente umiliato i reds. I bergamaschi hanno giocato forse la miglior partita degli ultimi anni ma gli inglesi non ci hanno messo una nota e il risultato sta anche stretto ai nerazzurri che tornano a correre anche in campionato. La vittoria degli uomini di Gasperini, dati per sconfitti alla vigilia, visti trionfare nell'arco dei 90 minuti, significa anche punti pesanti per il coefficiente di Uefa Champions League della prossima stagione con l'Italia che porterà 5 squadre, quasi sicuramente. Nel weekend il Liverpool invece di reagire è stato sconfitto dal Crystal Palace per 1-0 in una gara giocata malissimo dagli uomini di Klopp che hanno rischiato di concedere anche il raddoppio in più occasioni. Sorride il City che in un colpo solo ha superato Liverpool e Arsenal. Adesso i reds devono però pensare a come ribaltare il risultato dell'andata in Uefa Europa League nella sfida che si giocherà giovedì a Bergamo e che vale l'accesso alle semifinali.

Leggi di più

BVB-Atletico: ribaltone possibile?

La speranza dei gialloneri è quella di trovarsi davanti un Atletico Madrid non in serata e in qualche modo vulnerabile. La difesa spagnola è sicuramente perforabile ma a spaventare Terzić è sicuramente quello che propone Simeone dal centrocampo in avanti. La Bundesliga è ormai finita nelle mani del Bayer Leverkusen e il Borussia gioca per centrare il quarto posto che attualmente vede il Lipsia mantenere il vantaggio della differenza reti e con poche giornate alla fine del campionato il Dortmund deve anche disperdere bene le energie per evitare di chiudere la stagione in modo del tutto deludente. Stessa storia per l'Atletico Madrid che però rispetto ai tedeschi ha, in Spagna, quattro punti di vantaggio sull'Athletic Bilbao visto l'1-1 dei baschi contro il Villarreal. I colchoneros devono quindi gestire l'appuntamento di stasera e anche quello in campionato contro l'Alaves nel prossimo weekend. Probabili formazioni Borussia Dortmund: Kobel; Ryerson, Hummels, Schlotterbeck, Maatsen; Sabitzer, Can, Brandt; Sancho, Fullkrug, Malen Atletico Madrid: Oblak; Witsel, Gimenez, Azpilicueta; Molina, Llorente, Koke, De Paul, Lino; Griezmann, Morata

Leggi di più

Barcellona-PSG: Luis Enrique dentro o fuori

Il 2-3 sorprendente con il quale i catalani hanno sbancato il Parco dei Principi di Parigi mette la squadra di Luis Enrique nella difficile condizione di dover strappare la vittoria a tutti i costi sul campo della sua ex squadra. In questo momento così delicato di stagione non sembra essere nel miglior momento di forma il PSG che è incappato in un pareggio per 1-1 contro il Clermont, ultimo della Ligue 1 anche se nell'ultimo weekend Mbappé e compagni non sono scesi in campo. Tutt'altro status il Barcellona che in campionato è andato a prendersi di forza il secondo posto, scavalcando il Girona e piazzandosi a meno otto dal Real Madrid, grazie alle ultime uscite stagionali che vedono i blaugrana vittoriosi nelle ultime quattro partite di Liga. Probabili formazioni Barcellona: Ter Stegen; Kounde, Araujo, Cubarsi, Cancelo; Pedri, Gundogan, F de Jong; Yamal, Lewandowski, Raphinha Paris Saint-Germain: Donnarumma; Hakimi, Marquinhos, Beraldo, Hernandez; Zaire-Emery, Ruiz, Vitinha; Dembele, Ramos, Mbappé

Leggi di più

Chelsea-Everton: analisi

Sette gare senza sconfitte in casa Chelsea che vuole mantenere la striscia positiva fino alla fine del campionato. Tocca all'Everton questa sera diventare vittima o carnefice dei Blues. La squadra di Pochettino può puntare ancora a riacciuffare il Manchester United lontano cinque lunghezze mentre i Toffees rischiano grosso cn i due punti di vantaggio sulla retrocessione. Nelle ultime gare il pubblico dei londinesi si è sicuramente divertito e non annoiato: 3-2 sul Newcastle, 4-3 sullo United, 2-2 con Burnley, Brentford e Sheffield. Tanti gol segnati e subiti. I supporters della compagine di Liverpool sono tornati a sorridere dopo alcune uscite poco felici. Pareggio con il Newcastle e vittoria sul Burnley. Probabili formazioni Chelsea: Petrovic; Gusto, T Silva, Chalobah, Cucurella; Caicedo, Gallagher; Madueke, Palmer, Mudryk; Jackson Everton: Pickford; Coleman, Tarkowski, Branthwaite, Mykolenko; Harrison, Garner, Onana, McNeil; Doucoure; Calvert-Lewin

Leggi di più

Bentornato!

Entra

Crea un nuovo account!

Compila tutti i campi per registrarti

* Registrandoti accetti la nostra Privacy Policy e dichiari di avere più di 18 anni.

Riprova la password

Compila tutti i campi per resettare la password